Blog

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Lavorint Spa domande da fare al recruiter al colloquio

"E lei ha qualche domanda o curiosità sulla posizione e sull'azienda?". Rispondere con determinazione e coerenza alle domande del recruiter è molto importante. Segui i consigli di Lavorint per affrontare il tuo colloquio nel migliore dei modi. 

Se sei riuscito ad ottenere il colloquio di lavoro che desideravi da tanto tempo hai già fatto un buon lavoro! Il tuo CV e la tua lettera di presentazione sono stati efficaci e la tua candidatura è andata a buon fine. 

La lettura di questo articolo può aiutarti a gestire in modo efficace le domande che potrebbe farti un selezionatore.

Se il tuo recruiter ti permette di chiedere informazioni e chiarimenti durante il tuo colloquio, cogli l'occasione per dimostrare il tuo interesse e la tua determinazione.

Cosa chiedere? Ecco alcune domande da fare al recruiter!

1. Com'è composto il team di cui farò parte?

Questa domanda sembra banale ma non lo è affatto. Ti permette di capire in quale ambiente lavorerai, quali saranno i tuoi colleghi, i tuoi responsabili ed eventuali interlocutori (clienti e fornitori).

2. Si tratta di una nuova posizione o una sostituzione? 

Ti permette di capire se l'azienda si sta ampliando ed, eventualmente, se dovrai svolgere un ruolo di responsabilità in cui dovrai costruirne le basi. Oppure se dovrai sostituire una risorsa in maternità o che si è licenziata.

3. Come avverrà la formazione iniziale?

Puoi capire se l'azienda ha un piano formativo strutturato, se è disposta ad investire sulle nuove risorse oppure no.

4. Quali progetti di sviluppo ha l'azienda?

Questo ti permette di capire se l'azienda è in crescita e la sua visione sui progetti futuri.

5. Quali possibilità di crescita ci sono in azienda?

La mancanza di sviluppo interno è una delle principali cause di turnover aziendale. Cerca di capire se si tratta di un'azienda dinamica che valorizza la crescita interna.

6. Quali sono le soft skill che cercano in un candidato?

Questo ti permette di capire se sono coerenti con i requisiti specificati nell'annuncio di lavoro e se ti ritrovi nelle caratteristiche e competenze richieste.

7. Qual'è l'inquadramento contrattuale previsto?

Aspetto importante e da non sottovalutare. Consigliamo di non chiedere subito informazioni in merito all'inquadramento economico, soprattutto nelle prime fasi. Puoi, però, chiedere se l'azienda ha già un'idea di quello che sarà l'inquadramento contrattuale della nuova risorsa.

8. Quali sono gli step nel processo di selezione?

Chiedi delucidazioni sulle tempistiche e, se eventualmente, è previso un secondo colloquio. Non accontentarti del solito "Le faremo sapere...". 

Consulta qui le offerte di lavoro e riserva sempre qualche domanda per il recruiter, fatti trovare preparato!

 

 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy